Ostelli Kos

Una delle più orientali isole dell'arcipelago ellenico, Kos è una delle perle del Dodecanneso, ricca di storia e di leggenda. La patria di Ippocrate offre al turista la possibilità di svagarsi nello splendido mare, ma anche di visitare siti archeologici di notevole rilevanza. Seguite quindi i consigli di HostelBookers per qualche suggerimento sulle cose da vedere nell'isola, oltre che per tutte le informazioni relative agli ostelli a Kos.

Come detto, due sono le peculiarità che Kos offre al visitatore: la suggestione della Storia e la bellezza delle spiagge. Il sito archeologico più importante, suddiviso in tre livelli (propilei, peristilio e tempio vero e proprio) è senza dubbio l'Asclepieion, a quattro km a nord-ovest dalla città di Kos, è immerso in un bosco di pini e cipressi. Il tempio di Asclepio, in cima alla collina, risale alla civiltà minoica, è datato al IV secolo a.C., e fu sede della scuola di medicina di Ippocrate. Nella città che dà il nome all'isola c'è poi l'imperdibile Museo Archeologico, che ospita sculture ritrovate dalla spedizione italiana che nel 1933 scavò dopo il terremoto che distrusse l'isola, oltre a vasellame e oggetti in metallo risalenti ai più antichi insediamenti isolani ed a suppellettili e mosaici del periodo romano e ellenistico.
Kos però non è soltanto archeologia: l'isola fu protagonista di altre vicende storiche lungo i secoli, di cui sono buon esempio due fortezze: quella di Antimachia, di 45000 metri quadri di estensione, edificata in tre riprese lungo il XV secolo usando pietre vulcaniche. Costruita per scopi difensivi, al suo interno permette di vedere resti di due chiese, granai, cisterne e qualche abitazione; e quella dei Cavalieri di San Giovanni.
Iniziata nel 1463 e terminata nel 1514 utilizzando materiale proveniente da precedenti edifici, si trova in una posizione strategica, su una penisola che chiude il lato orientale del porto di Kos: riconoscibile dal “Bastione di Del Carreto” e dalla “Torre di D'Aubusson”, è composta da due ordini di mura variamente decorati, e al suo interno, oltre a garitte e scale, si trovano rovine di una chiesa bizantina.
Dopo questo tuffo nelle vestigia della Storia, non dimentichiamoci che in vacanza si va anche per divertirsi e rilassarsi, quindi andiamo al mare. Dove? Noi vi consigliamo tre spiagge: a sud Kardamena, ideale per la pesca, visti i suoi fondali cristallini e profondi, e per il riposo sulla sua spiaggia sabbiosa. A 38 km da Kos verso sud-ovest è invece Agios Stefanos, indicata per il relax. Nella parte settentrionale, a 30 km dalla città, è poi Mastichari, dal cui piccolo porto è possibile imbarcarsi per escursioni nelle isolette vicine.
Sfamata la sete di cultura e quella di svago e divertimento, non rimane che concedersi una visita alla cittadina di Kos, vivace centro che si sviluppa in un dedalo di viuzze attorno al porto, e che si ricongiungono in corrispondenza delle antiche moschee di Deftedar e Hadji Hassan.

Buona visita a Kos, allora!

OSTELLI KOS

Home | Isola di Kos Informazioni | Isola di Kos Elenco dettagliato | Isola di Kos Fotografie | kos liks | Contatti